06.88644843   : 06.8860495  
home /

News

UNI 11200:2010 IL CALL CENTER A NORMA
01/05/2011
UNI 11200:2010 IL CALL CENTER A NORMA
La norma UNI 11200:2010, pubblicata a luglio del 2010 dall'UNI e dal titolo "Servizi di relazione con il cliente, con il consumatore e con il cittadino, effettuati attraverso centri di contatto. Requisiti operativi per l’applicazione della UNI EN 15838:2010".
D.Lgs. 231/01 e s.m.i. applicato alla sentenza ThyssenKrupp
29/04/2011
D.Lgs. 231/01 e s.m.i. applicato alla sentenza ThyssenKrupp
A seguito del noto incidente di Torino presso la ThyssenKrupp, la recente sentenza ha visto l'applicazione del D.Lgs. 231/01 e s.m.i. e del relativo apparato sanzionatorio.
DIRETTIVE 2008/99 e 2009/123
21/04/2011
DIRETTIVE 2008/99 e 2009/123
Il consiglio dei Ministri, il 7 Aprile, ha approvato uno schema di Decreto Legislativo atto al recepimento di due direttive, precisamente delle direttive 2008/99 e 2009/123. Si prevede l’introduzione dell’art. 25 decies, che amplierà le fattispecie di reato già presenti nel D.Lgs. 231/01 e s.m.i. .
UNI 11350: CASALINGHE DI VOGHERA UNITEVI!
17/04/2011
UNI 11350: CASALINGHE DI VOGHERA UNITEVI!
Anche la UNI giunge in soccorso della casalinga lavoratrice e dell’impiegato single, e, con la norma UNI 11350 “Prodotti ortofrutticoli freschi pronti per il consumo (IV Gamma) – Definizione, requisisti e principi generali”, sembra “sfornare” un nuovo alleato che si affaccia su un portone decisamente già spalancato: fornire indicazioni univoche e precise in merito alla preparazione dei prodotti ortofrutticoli preconfezionati.
ISO 14064:2006 E ISO 14065:2007 UN IMPORTANTE CONTRIBUTO PER LA CORRETTA PROSECUZIONE DELLE LINEE INDICATE NEL PROTOCOLLO DI KYOTO.
10/04/2011
ISO 14064:2006 E ISO 14065:2007 UN IMPORTANTE CONTRIBUTO PER LA CORRETTA PROSECUZIONE DELLE LINEE INDICATE NEL PROTOCOLLO DI KYOTO.
La necessità di sviluppare normative a livello internazionale si inscrive nell’ambito delle iniziative intraprese a livello mondiale per affrontare i cambiamenti climatici, in accordo con i principi esposti nel protocollo di Kyoto e in altri programmi inerenti la riduzione delle emissioni.
CAMERA DI COMMERCIO DI TERAMO - EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI AL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ DEI SISTEMI AZIENDALI.
03/04/2011
CAMERA DI COMMERCIO DI TERAMO - EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI AL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ DEI SISTEMI AZIENDALI.
La Camera di Commercio di Teramo (CCIAA), per migliorare l’efficienza e la competitività delle imprese che operano nella propria provincia, ha pubblicato un bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto finalizzati al conseguimento della certificazione di qualità dei sistemi aziendali.
SEMINARIO QUALITY ITALIA: LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI PIROTECNICI
31/03/2011
SEMINARIO QUALITY ITALIA: LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI PIROTECNICI
Sabato 2 Aprile 2011, alle ore 16.00 a Vallo della Lucania (SA) presso il Salone della Fiera  INTERNATIONAL FIREWORKS FAIR, si terrà il seminario dal titolo “La Marcatura CE dei prodotti pirotecnici.
UNI EN ISO 14015:2010, LA VALUTAZIONE AMBIENTALE DI SITI E DI ORGANIZZAZIONI
27/03/2011
UNI EN ISO 14015:2010, LA VALUTAZIONE AMBIENTALE DI SITI E DI ORGANIZZAZIONI
La norma UNI EN ISO 14015:2010, recentemente recepita dall’UNI nella versione in lingua inglese, costituisce una importante innovazione normativa nell’ambito della valutazione ambientale di siti e di organizzazioni.
LE NORME UNI TRA I DENTI
20/03/2011
LE NORME UNI TRA I DENTI
La norma UNI che specifica i metodi di prova e i requisiti delle proprietà fisiche e chimiche dei dentifrici prende il nome di UNI EN ISO 11609. Già presente dal 2001, la nuova edizione del 2010 prende il nome di “Odontoiatria- Dentifrici – Requisiti, metodi di prova e marcatura”, e si arricchisce di nuovi requisisti per l’etichettatura, l’imballaggio e la marcatura del prodotto.
ISO 2575:2010 -  QUANDO LE SPIE SONO A NORMA
06/03/2011
ISO 2575:2010 - QUANDO LE SPIE SONO A NORMA
La norma ISO 2575, nata nel 2004 e destinata a creare un linguaggio universale in grado di uniformare i differenti e numerosi simboli presenti sui cruscotti delle autovetture, con la nuova versione del 2010 giunge alla sua ottava edizione aggiornata con nuovi simboli a supporto delle continue evoluzioni tecnologiche.
ACCREDIA A TUTELA DEL MADE IN ITALY AGROALIMENTARE
27/02/2011
ACCREDIA A TUTELA DEL MADE IN ITALY AGROALIMENTARE
In Italia la certificazione dei prodotti agroalimentari costituisce un settore sempre più significativo, tanto che, dagli ultimi dati forniti dal’ISTAT le Indicazioni e Denominazioni di Origine Protetta hanno coinvolto nel solo 2009 ottantaduemila operatori per un fatturato complessivo pari ad oltre 9 miliardi di euro. Ingente il risultato delle vendite all’estero delle produzioni nostrane.
IN ABRUZZO IL PIU’ GRANDE POLO D’ATTRAZIONE DEL SUD EUROPA
20/02/2011
IN ABRUZZO IL PIU’ GRANDE POLO D’ATTRAZIONE DEL SUD EUROPA
Una delle regioni paesaggistiche più suggestive di tutto l’Appenino, sarà il teatro del progetto più ambizioso degli ultimi anni. L’intesa, patrocinata sia dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che dal Cnel e siglata giovedì scorso a palazzo Chigi, prevede lo stanziamento di oltre duecento milioni di euro per la creazione del più grande.
IMPRESE IN SICUREZZA: IN CALO GLI INCIDENTI MORTALI SUL LAVORO
13/02/2011
IMPRESE IN SICUREZZA: IN CALO GLI INCIDENTI MORTALI SUL LAVORO
Il direttore generale dell’INAIL, Giuseppe Lucibello, nel corso del convegno organizzato da Confindustria lo scorso 9 febbraio, dal titolo “Sviluppo, imprese in sicurezza”, ha comunicato che, per la prima volta dopo il dopoguerra, gli incidenti mortali sul lavoro sono calati sotto i mille eventi. L’importante risultato segue il dato già incoraggiante del 2009 che aveva registrato un calo del 10% negli infortuni rispetto al 2008.
GARANZIE STRUTTURALI DEGLI EDIFICI – ISO 13822:2010
06/02/2011
GARANZIE STRUTTURALI DEGLI EDIFICI – ISO 13822:2010
La crescente sensibilizzazione nei confronti delle tecniche e delle tecnologie in uso nella costruzione di fabbricati, ha condotto un comitato tecnico della ISO alla redazione di una norma internazionale dedicata ad individuare e monitorare gli aspetti maggiormente a rischio nella stabilità degli edifici esistenti. L’esigenza di un miglior controllo e di una certificazione che possa quanto più possibile fornire una garanzia sulla solidità strutturale delle abitazioni, nasce proprio a causa dei gravi accadimenti che hanno registrato il crollo di intere palazzine, vuoi per catastrofi naturali, vuoi per cedimenti strutturali o deterioramenti delle componenti cementizie impiegate che, nel corso degli anni, hanno perso in solidità, compromettendo, del tutto o in parte, la stabilità dell’edificazione. 
UNI 10801, UNA CERTIFICAZIONE PER GLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO
31/01/2011
UNI 10801, UNA CERTIFICAZIONE PER GLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO
La norma UNI 10801:1998 dal titolo “Amministrazione condominiale e immobiliare, funzioni e requisiti dell’amministratore”, espone in modo chiaro i termini e le definizioni proprie del servizio di amministrazione di immobili e condomini ed individua e specifica i requisiti minimi che devono presentare gli amministratori di condominio ed immobili al fine di ottenere la certificazione di qualità. L’adesione alla norma è ovviamente a carattere volontario e, attraverso un controllo effettuato da organismi super parters, fornisce alla collettività dei parametri di garanzia sui servizi erogati e sulla trasparenza ed efficacia della gestione tecnico - amministrativa dei beni e dei servizi di carattere immobiliare.
MINISTERO DEL LAVORO E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA INSIEME PER L’OCCUPAZIONE: NASCE AR.CO.
22/01/2011
MINISTERO DEL LAVORO E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA INSIEME PER L’OCCUPAZIONE: NASCE AR.CO.
ll progetto AR.CO. è una ambiziosa iniziativa promossa e realizzata da Italia Lavoro, agenzia per le politiche del lavoro e dello sviluppo delle occupazioni, e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha come obiettivo quello di garantire un aumento dell’occupazione attraverso specifiche azioni da intraprendere sia nelle piccole che nelle medie imprese, considerate, da sempre, come autorevoli rappresentanti del tessuto produttivo italiano, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo.
CORSO QUALITY ITALIA SUL D.lgs. 231/2001
18/01/2011
CORSO QUALITY ITALIA SUL D.lgs. 231/2001
Ricordiamo che sono in chiusura le iscrizioni del 1° febbraio 201 al seminar gratuito sul D.lgs. 231/2001  che, su richiesta dei clienti, rimarranno aperte fino al giorno 24 gennaio. Per una gestione ottimale del seminario è necessario affrettare le iscrizioni da richiedere nei modi sottoindicati. Ricordiamo che il D.lgs 231 è relativo alla "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300"
CERTIFICAZIONE FSC E PEFC: UNA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE
15/01/2011
CERTIFICAZIONE FSC E PEFC: UNA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE
Lo scopo delle certificazioni FSC e PEFC, due tra gli schemi di certificazione forestale più diffusi a livello internazionale, è quello di individuare una conduzione forestale economicamente valida nel rispetto dell’ambiente e dei valori sociali e culturali e di definire su scala mondiale i principi per una gestione forestale sostenibile. La Certificazione Chain of Custody FSC - Forest Stewardship Council prende il nome da un’organizzazione no profit e non governativa sorta in Messico nel 1993 per volontà di alcune associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti umani. E’ stata fondata nel 1993 in Canada da rappresentanze di gruppi ambientalisti e da imprese commerciali attive nella distribuzione di prodotti legnosi. Il legno e la cellulosa, grazie alla certificazione della catena, seguono quindi un percorso di tracciabilità completa che garantisce al consumatore finale che il prodotto acquistato provenga da foreste certificate.
UNI EN 14139: VEDIAMOCI CHIARO!
08/01/2011
UNI EN 14139: VEDIAMOCI CHIARO!
Negli ultimi anni abbiamo assistito alla larga diffusione di occhiali premontati in vendita presso diversi esercizi quali, tra gli altri, supermercati e tabaccai. Prima d’ora era possibile acquistare gli occhiali esclusivamente presso gli ottici su presentazione di ricetta medica fornita dall’oculista. È bene precisare che tale propagazione riguarda però in maniera esclusiva gli occhiali premontati destinati all’uso per la visione da vicino e la lettura, dotati di lenti unifocali, in cui la sagomatura non viene effettuata in risposta ad una precisa prescrizione medica. Per questo motivo gli occhiali premontati non devono essere intesi come se fossero dei normali occhiali da vista.
Il decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001
22/12/2010
Il decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001
WORKSHOP QUALITY ITALIA: Il decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001  “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300”