06.88644843   : 06.8860495  
home /

News

UNI 10801, UNA CERTIFICAZIONE PER GLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO
31/01/2011
UNI 10801, UNA CERTIFICAZIONE PER GLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO
La norma UNI 10801:1998 dal titolo “Amministrazione condominiale e immobiliare, funzioni e requisiti dell’amministratore”, espone in modo chiaro i termini e le definizioni proprie del servizio di amministrazione di immobili e condomini ed individua e specifica i requisiti minimi che devono presentare gli amministratori di condominio ed immobili al fine di ottenere la certificazione di qualità. L’adesione alla norma è ovviamente a carattere volontario e, attraverso un controllo effettuato da organismi super parters, fornisce alla collettività dei parametri di garanzia sui servizi erogati e sulla trasparenza ed efficacia della gestione tecnico - amministrativa dei beni e dei servizi di carattere immobiliare.
MINISTERO DEL LAVORO E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA INSIEME PER L’OCCUPAZIONE: NASCE AR.CO.
22/01/2011
MINISTERO DEL LAVORO E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA INSIEME PER L’OCCUPAZIONE: NASCE AR.CO.
ll progetto AR.CO. è una ambiziosa iniziativa promossa e realizzata da Italia Lavoro, agenzia per le politiche del lavoro e dello sviluppo delle occupazioni, e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha come obiettivo quello di garantire un aumento dell’occupazione attraverso specifiche azioni da intraprendere sia nelle piccole che nelle medie imprese, considerate, da sempre, come autorevoli rappresentanti del tessuto produttivo italiano, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo.
CORSO QUALITY ITALIA SUL D.lgs. 231/2001
18/01/2011
CORSO QUALITY ITALIA SUL D.lgs. 231/2001
Ricordiamo che sono in chiusura le iscrizioni del 1° febbraio 201 al seminar gratuito sul D.lgs. 231/2001  che, su richiesta dei clienti, rimarranno aperte fino al giorno 24 gennaio. Per una gestione ottimale del seminario è necessario affrettare le iscrizioni da richiedere nei modi sottoindicati. Ricordiamo che il D.lgs 231 è relativo alla "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300"
CERTIFICAZIONE FSC E PEFC: UNA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE
15/01/2011
CERTIFICAZIONE FSC E PEFC: UNA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE
Lo scopo delle certificazioni FSC e PEFC, due tra gli schemi di certificazione forestale più diffusi a livello internazionale, è quello di individuare una conduzione forestale economicamente valida nel rispetto dell’ambiente e dei valori sociali e culturali e di definire su scala mondiale i principi per una gestione forestale sostenibile. La Certificazione Chain of Custody FSC - Forest Stewardship Council prende il nome da un’organizzazione no profit e non governativa sorta in Messico nel 1993 per volontà di alcune associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti umani. E’ stata fondata nel 1993 in Canada da rappresentanze di gruppi ambientalisti e da imprese commerciali attive nella distribuzione di prodotti legnosi. Il legno e la cellulosa, grazie alla certificazione della catena, seguono quindi un percorso di tracciabilità completa che garantisce al consumatore finale che il prodotto acquistato provenga da foreste certificate.
UNI EN 14139: VEDIAMOCI CHIARO!
08/01/2011
UNI EN 14139: VEDIAMOCI CHIARO!
Negli ultimi anni abbiamo assistito alla larga diffusione di occhiali premontati in vendita presso diversi esercizi quali, tra gli altri, supermercati e tabaccai. Prima d’ora era possibile acquistare gli occhiali esclusivamente presso gli ottici su presentazione di ricetta medica fornita dall’oculista. È bene precisare che tale propagazione riguarda però in maniera esclusiva gli occhiali premontati destinati all’uso per la visione da vicino e la lettura, dotati di lenti unifocali, in cui la sagomatura non viene effettuata in risposta ad una precisa prescrizione medica. Per questo motivo gli occhiali premontati non devono essere intesi come se fossero dei normali occhiali da vista.
Il decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001
22/12/2010
Il decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001
WORKSHOP QUALITY ITALIA: Il decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001  “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300”
LA MUSICA,  STRUMENTO PER COSTRUIRE E RICOSTRUIRE
19/12/2010
LA MUSICA, STRUMENTO PER COSTRUIRE E RICOSTRUIRE
In questo spazio, usualmente dedicato ad aspetti di carattere normativo, ha colpito la mia attenzione la lettura di un articolo pubblicato nel mese di novembre sul “Giornale della Musica” che trattava di un progetto di costruzione davvero speciale.
UNI 9175:2010 – BANCHI DI PROVA PER ARREDI ANTINCENDIO
12/12/2010
UNI 9175:2010 – BANCHI DI PROVA PER ARREDI ANTINCENDIO
La norma UNI 9175, già dalla sua prima edizione pubblicata nel 1987, descrive i banchi di prova e i criteri necessari per poter classificare i mobili e i manufatti imbottiti a reazione con le fiamme se sottoposti ad una sorgente di innesco.
INAIL PREMIA LA SICUREZZA. NUOVI INCENTIVI PER LE AZIENDE CERTIFICATE IN CONFORMITÀ ALLA BS OHSAS 18001
05/12/2010
INAIL PREMIA LA SICUREZZA. NUOVI INCENTIVI PER LE AZIENDE CERTIFICATE IN CONFORMITÀ ALLA BS OHSAS 18001
A supporto delle imprese e al fine di garantire una migliore gestione delle performance aziendali, riteniamo di estrema utilità richiamare l’attenzione dei nostri clienti, presenti e futuri, sul nuovo bando d’imminente pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. L’INAIL è infatti prossima allo stanziamento di 60 milioni di euro per tutte le aziende già regolarmente iscritte presso la Camera di Commercio che individuino tra le loro priorità d’intervento la prevenzione e la sicurezza sul lavoro. L’incentivo stanziato è a fondo perduto e interesserà i progetti che prevedono interventi particolarmente rilevanti quali:
UNI EN 15823:2010 – L’ALFABETO BRAILLE ENTRA IN FARMACIA
27/11/2010
UNI EN 15823:2010 – L’ALFABETO BRAILLE ENTRA IN FARMACIA
Nella direttiva europea 2004/27/CE, che modifica la precedente direttiva 2001/83/CE, viene stabilito un codice comunitario relativo all’utilizzo dei farmaci destinati ad uso umano. In tale codice è richiesta nel packaging la presenza di indicazioni in Braille, utili alle persone non vedenti o ipovedenti, che permetterebbe loro di poter meglio individuare e riconoscere il prodotto farmaceutico.
ISO 13485:2003 DISPOSITIVI MEDICI SICURI ED EFFICACI
21/11/2010
ISO 13485:2003 DISPOSITIVI MEDICI SICURI ED EFFICACI
La norma internazionale ISO 13485:2003, inerente alle disposizioni mondiali sui dispositivi medici, assorbe e recepisce le precedenti edizioni normative ISO 13485 e ISO 13488, integrandole e aggiornandone i contenuti. Pertanto, le nuove disposizioni contenute nella norma ISO 13485:2003 specificano in maniera più definita i requisiti a cui un’organizzazione operativa nella fornitura di dispositivi medici e servizi correlati deve sempre ispirarsi per soddisfare le necessità normative vigenti e cogenti.
UNI EN ISO 13021:2009. MACCHINE PER I SERVIZI INVERNALI: REQUISITI DI SICUREZZA
14/11/2010
UNI EN ISO 13021:2009. MACCHINE PER I SERVIZI INVERNALI: REQUISITI DI SICUREZZA
Prossimi ai primi freddi e alle gelate, riteniamo utile soffermarci su una norma che specifica i requisiti di sicurezza delle macchine per i servizi invernali. Tale norma che prende il nome di UNI EN ISO 13021:2009 “Macchine per i servizi invernali – Requisiti di sicurezza”, amplia ed aggiorna la precedente edizione del 2005.
CORSO QUALITY ITALIA SULLA UNI EN ISO 3834:2006
09/11/2010
CORSO QUALITY ITALIA SULLA UNI EN ISO 3834:2006
Le norme esposte nella serie UNI EN ISO 3834:2006 esprimono uno strumento efficace per la realizzazione di numerosi manufatti industriali prodotti con il processo di saldatura per fusione. Infatti, dal momento che la qualità della saldatura garantisce la durata e la conformità del bene prodotto, si è reso opportuno fornire al fabbricante uno strumento normativo atto a tenere sotto controllo le condizioni che influenzano la qualità della saldatura consentendo in tal modo di poter  successivamente apporre al bene prodotto una adeguata certificazione che ne definisca i principi di fabbricazione.
ISO 27000 : LA VALIDITA’ E LA RISERVATEZZA DEI DATI INFORMATICI
07/11/2010
ISO 27000 : LA VALIDITA’ E LA RISERVATEZZA DEI DATI INFORMATICI
La progettualità aziendale deve ormai necessariamente contemplare la formulazione di un’ adeguata strategia in grado di monitorare e salvaguardare la validità e la riservatezza dei dati disponibili sia in forma elettronica che cartacea. Per tale ragione, in numerose realtà imprenditoriali si rende necessario sviluppare un sistema in grado di proteggere al meglio ogni informazione intesa come elemento di valore per l’attività e lo sviluppo dell’azienda stessa.
Corso per auditor OHSAS 18001:2007
03/11/2010
Corso per auditor OHSAS 18001:2007
Corso per auditor di Sistema di Gestione Sicurezza e Salute dei Lavoratori e luoghi di lavoro OHSAS 18001:2007 Le imprese ed organizzazioni in generale non possono esimersi dal tutelare la salute e sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro e per ottenere questo la miglior soluzione oggi è l’introduzione di sistemi di gestione della sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro.
ISO_TS 16949/2009
01/11/2010
ISO_TS 16949/2009
La Specifica Tecnica ISO/TS 16949 è un documento internazionale sviluppato dall'IATF (International Automotive Task Force), insieme alla ISO (International Organisation for Standardisation) e utilizzato come riferimento per il settore automobilistico mondiale. Tale contributo è stato elaborato dall'International Automotive Task Force (IATF) e dai membri del comitato tecnico ISO 176.
CORSO QUALITY ITALIA SULLA UNI EN ISO 3834:2006 (2 - 3 DICEMBRE 2010)
27/10/2010
CORSO QUALITY ITALIA SULLA UNI EN ISO 3834:2006 (2 - 3 DICEMBRE 2010)
Le norme esposte nella serie UNI EN ISO 3834:2006 esprimono uno strumento efficace per la realizzazione di numerosi manufatti industriali prodotti con il processo di saldatura per fusione. Infatti, dal momento che la qualità della saldatura garantisce la durata e la conformità del bene prodotto, si è reso opportuno fornire al fabbricante uno strumento normativo atto a tenere sotto controllo le condizioni che influenzano la qualità della saldatura consentendo in tal modo di poter  successivamente apporre al bene prodotto una adeguata certificazione che ne definisca i principi di fabbricazione.
ISO 24978: SISTEMI INTELLIGENTI DI SOCCORSO
24/10/2010
ISO 24978: SISTEMI INTELLIGENTI DI SOCCORSO
Il contributo normativo ISO ancora una volta concentra la propria attenzione al fine di garantire un livello sempre più elevato delle prestazioni godibili nell’ambito della sicurezza. Il campo di applicazione della norma ISO 24978:2009 “Sistemi intelligenti di trasporto – Messaggi ITS di sicurezza ed emergenza mediante l’utilizzo di qualsiasi mezzo di comunicazione senza fili (wireless) disponibile – Procedure per l’archivio dati”, si propone infatti la progettazione di un protocollo adibito all’invio di messaggi automatici di emergenza dalle vetture coinvolte in incidenti stradai verso apposite centrali di raccolta dati in grado di smistare i segnali di soccorso, garantendo in tempi decisamente brevi l’invio di unità di soccorso adeguatamente equipaggiate.
ISO 639: ANTROPOLOGIA E LINGUISTICA
17/10/2010
ISO 639: ANTROPOLOGIA E LINGUISTICA
Mai come in questi anni si parla con sempre maggiore insistenza di integrazione mirata non tanto o non solo all’accettazione degli altri quanto alla possibilità di ravvisare nell’altro un’opportunità di apertura e di scoperta.
LE NORME UNI TRA I BANCHI DI SCUOLA
10/10/2010
LE NORME UNI TRA I BANCHI DI SCUOLA
L’ambito della normazione l’UNI coinvolge in maniera sempre più coinvolgente aspetti del nostro vivere quotidiano, proponendo criteri che oltre a migliorarne sensibilmente la gestione ne garantiscono una conduzione più vantaggiosa e protetta. E’ questo il caso della nuova edizione della norma UNI EN 14434 che armonizza una serie di disposizioni inerenti l’ergonomia e la sicurezza delle lavagne. Le prescrizioni contenute in tale norma interessano infatti sia le lavagne montate a parete che quelle autoportanti oltre a quelle a scorrimento e quelle luminose.