06.88644843   : 06.8860495  
home /

News

ISO_TS 16949/2009
01/11/2010
ISO_TS 16949/2009
La Specifica Tecnica ISO/TS 16949 è un documento internazionale sviluppato dall'IATF (International Automotive Task Force), insieme alla ISO (International Organisation for Standardisation) e utilizzato come riferimento per il settore automobilistico mondiale. Tale contributo è stato elaborato dall'International Automotive Task Force (IATF) e dai membri del comitato tecnico ISO 176.
CORSO QUALITY ITALIA SULLA UNI EN ISO 3834:2006 (2 - 3 DICEMBRE 2010)
27/10/2010
CORSO QUALITY ITALIA SULLA UNI EN ISO 3834:2006 (2 - 3 DICEMBRE 2010)
Le norme esposte nella serie UNI EN ISO 3834:2006 esprimono uno strumento efficace per la realizzazione di numerosi manufatti industriali prodotti con il processo di saldatura per fusione. Infatti, dal momento che la qualità della saldatura garantisce la durata e la conformità del bene prodotto, si è reso opportuno fornire al fabbricante uno strumento normativo atto a tenere sotto controllo le condizioni che influenzano la qualità della saldatura consentendo in tal modo di poter  successivamente apporre al bene prodotto una adeguata certificazione che ne definisca i principi di fabbricazione.
ISO 24978: SISTEMI INTELLIGENTI DI SOCCORSO
24/10/2010
ISO 24978: SISTEMI INTELLIGENTI DI SOCCORSO
Il contributo normativo ISO ancora una volta concentra la propria attenzione al fine di garantire un livello sempre più elevato delle prestazioni godibili nell’ambito della sicurezza. Il campo di applicazione della norma ISO 24978:2009 “Sistemi intelligenti di trasporto – Messaggi ITS di sicurezza ed emergenza mediante l’utilizzo di qualsiasi mezzo di comunicazione senza fili (wireless) disponibile – Procedure per l’archivio dati”, si propone infatti la progettazione di un protocollo adibito all’invio di messaggi automatici di emergenza dalle vetture coinvolte in incidenti stradai verso apposite centrali di raccolta dati in grado di smistare i segnali di soccorso, garantendo in tempi decisamente brevi l’invio di unità di soccorso adeguatamente equipaggiate.
ISO 639: ANTROPOLOGIA E LINGUISTICA
17/10/2010
ISO 639: ANTROPOLOGIA E LINGUISTICA
Mai come in questi anni si parla con sempre maggiore insistenza di integrazione mirata non tanto o non solo all’accettazione degli altri quanto alla possibilità di ravvisare nell’altro un’opportunità di apertura e di scoperta.
LE NORME UNI TRA I BANCHI DI SCUOLA
10/10/2010
LE NORME UNI TRA I BANCHI DI SCUOLA
L’ambito della normazione l’UNI coinvolge in maniera sempre più coinvolgente aspetti del nostro vivere quotidiano, proponendo criteri che oltre a migliorarne sensibilmente la gestione ne garantiscono una conduzione più vantaggiosa e protetta. E’ questo il caso della nuova edizione della norma UNI EN 14434 che armonizza una serie di disposizioni inerenti l’ergonomia e la sicurezza delle lavagne. Le prescrizioni contenute in tale norma interessano infatti sia le lavagne montate a parete che quelle autoportanti oltre a quelle a scorrimento e quelle luminose.
UNI 13432: SACCHETTI BIODEGRADABILI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE
03/10/2010
UNI 13432: SACCHETTI BIODEGRADABILI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE
La crescente sensibilizzazione rivolta alla tutela dell’ambiente ha prodotto una decisa attenzione alla scelta delle buste per il trasporto della spesa, meglio conosciute con il nome di shopper.  Da parte di importanti aziende della grande distribuzione stiamo infatti progressivamente assistendo all’eliminazione dei sacchetti prodotti con materie plastiche in favore di buste biodegradabili a basso impatto ambientale.
UNI EN 147xx: BICI CHE PASSIONE!
25/09/2010
UNI EN 147xx: BICI CHE PASSIONE!
La scorsa settimana ci siamo occupati di descrivere le gravi problematiche che emergono da una inappropriata progettazione dei guard rail e dell’impegno dell’UNI a sostegno della categoria dei motociclisti maggiormente esposta a questa carenza normativa. In questo appuntamento continueremo ad interessarci delle due ruote, ma questa volta  a pedali.
UNI 1317-8:  QUANDO IL CASCO NON BASTA
18/09/2010
UNI 1317-8: QUANDO IL CASCO NON BASTA
Una delle categorie più esposte agli incidenti stradali è quella dei motociclisti. Dagli ultimi dati forniti dall’ISTAT risulta che nel solo anno 2008 in Italia sono stati oltre 1300 i motociclisti deceduti sulle strade e oltre 83.000 quelli rimasti feriti, spesso in modo grave. Nel corso del 2009, dai dati forniti dall’ASAPS (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale), apprendiamo che nei soli fine settimana i centauri deceduti sono oltre 400.
UN COMITATO TECNICO PER CONTRASTARE  I DISCOUNT DELLA BELLEZZA
12/09/2010
UN COMITATO TECNICO PER CONTRASTARE I DISCOUNT DELLA BELLEZZA
La chirurgia estetica è un ramo della chirurgia plastica che interviene per correggere, ridurre o eliminare difetti o imperfezioni che riguardano l'aspetto estetico del corpo. Oggi il ricorso alla chirurgia estetica è in forte crescita dal momento che sempre più persone avvertono il bisogno di appagarsi per piacere e piacersi di più.
Seminario-Workshop Gratuito Quality Italia: Il Sistema di Gestione per la Qualità della saldatura secondo la UNI EN ISO 3834:2006
07/08/2010
Seminario-Workshop Gratuito Quality Italia: Il Sistema di Gestione per la Qualità della saldatura secondo la UNI EN ISO 3834:2006
Seminario/Workshop Gratuito Quality Italia Il Sistema di Gestione per la Qualità della saldatura secondo la UNI EN ISO 3834:2006   Il 1 luglio 2009 è entrato in vigore il Decreto Ministeriale del 14/01/2008 "Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni".   Esso introduce alcuni requisiti obbligatori in relazione alla qualità del sistema di gestione (UNI EN ISO 9001:2008), e alla qualità dei processi di saldatura realizzati (UNI EN ISO 3834:2006) in capo alle Imprese che progettano, realizzano e forniscono prodotti e servizi complementari alle opere di costruzione e destinati a far parte delle opere realizzate.
UNI EN 343:2010, UNA NORMA IDROREPELLENTE.
01/08/2010
UNI EN 343:2010, UNA NORMA IDROREPELLENTE.
Per tutte quelle volte che, sorpresi da un improvviso acquazzone, ci siamo trovati completamente bagnati nonostante gli abiti indossati certificassero una certa impermeabilità all’acqua, giunge finalmente in nostro soccorso la norma UNI EN 343:2010.
ISO:TS 22239 SICUREZZA DEI BAMBINI A BORDO
25/07/2010
ISO:TS 22239 SICUREZZA DEI BAMBINI A BORDO
Esiste almeno un’ottima ragione per non posizionare un seggiolino per neonati sul sedile anteriore di un’auto. Tuttavia, nella vita di tutti i giorni possono verificarsi necessità che richiedano di trasgredire questa regola. Tali necessità possono trovare risposta eventualmente nell’assenza di sedili posteriori, oppure nella presenza in auto di più bambini già assicurati sui sedili posteriori o ancora nella presenza di merci, valige o altri ingombri collocati nei sedili posteriori o infine in ragione di un cattivo stato di salute del bambino che ci imponga di tenerlo sotto controllo durante il viaggio.
STRESS LAVORO CORRELATO: OBBLIGATORIETÀ DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI
18/07/2010
STRESS LAVORO CORRELATO: OBBLIGATORIETÀ DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI
Con l’approvazione del Testo Unico n. 81 del 2008 e il D.lgs 106 del 2009, il Legislatore ha preso in considerazione lo "stress lavoro correlato" tra i rischi da valutare e prevenire in azienda. L’incidenza dello stress, correlata con i ritmi frenetici dell’economia moderna è stato infatti riconosciuto come un problema ampiamente diffuso, tanto da costituire il 60% delle principali cause di malessere negli ambienti di lavoro, con conseguenze dirette sulla salute.
UNI EN ISO 3382-1:2009 TEMPI DI RIVERBERAZIONE E ACUSTICA DELLE SALE DA CONCERTO
11/07/2010
UNI EN ISO 3382-1:2009 TEMPI DI RIVERBERAZIONE E ACUSTICA DELLE SALE DA CONCERTO
L’UNI ci fornisce un prezioso contributo volto ad una migliore determinazione delle caratteristiche acustiche degli ambienti. Grazie alla recente pubblicazione della versione italiana e inglese della norma UNI EN ISO 3382-1:2009, apprendiamo finalmente quali siano i parametri acustici da considerare ai fini di una corretta valutazione delle sale da concerto. Tale norma è successiva alla UNI EN ISO 3382-2:2008,  nella quale venivano indicati i parametri per l’individuazione dei tempi di riverberazione negli ambienti ordinari, quali abitazioni domestiche, uffici, ristoranti, centri espositivi, impianti industriali, istituti sportivi e scolastici.
UNI EN 14682:2008, UNI EN 14878:2008, UNI EN 1103:2007  INDUMENTI SICURI PER L’INFANZIA
03/07/2010
UNI EN 14682:2008, UNI EN 14878:2008, UNI EN 1103:2007 INDUMENTI SICURI PER L’INFANZIA
Molto spesso i pericoli più imprevedibili si celano dietro tanti piccoli gesti e abitudini che quotidianamente eseguiamo con eccessiva sicurezza. Le mura domestiche dovrebbero essere un luogo sicuro e protetto, ma talvolta è proprio in casa che accadono gli incidenti più traumatici, a volte anche mortali. Ne sono vittime spesso i bambini che, presi dal gioco, non si rendono conto dei pericoli in agguato, rappresentati per esempio dalle prese per la corrente, da sempre predilette dai più piccini, o da solventi e medicinali lasciati incustoditi o in posti per loro accessibili. Ma non finisce qui. Esistono rischi altrettanto minacciosi e imprevedibili per i bambini come quelli cagionati da un abbigliamento non conforme alle disposizioni di sicurezza previste dalle norme UNI EN 14682:2008 e UNI EN 14878:2008.
UNI EN 1501:2010. I REQUISITI DI SICUREZZA PER I VEICOLI ADIBITI ALLA RACCOLTA DEI RIFIUTI.
26/06/2010
UNI EN 1501:2010. I REQUISITI DI SICUREZZA PER I VEICOLI ADIBITI ALLA RACCOLTA DEI RIFIUTI.
La gestione armonizzata della raccolta e del trattamento dei rifiuti è un argomento di primaria rilevanza per noi di Quality Italia. Non è certo la prima volta che nel corso delle nostre news ci interessiamo alle norme tecniche pubblicate dall’UNI in tale ambito. Abbiamo infatti già affrontato il tema dei rischi generati per il nostro ambiente da una cattiva gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti e abbiamo infine evidenziato alcuni dei pericoli derivanti dall’inquinamento delle acque, rimarcando quanto sia urgente una maggiore sensibilizzazione della collettività alle politiche della raccolta differenziata e della tutela dell’ambiente.
UNI 11336:2010, PIANIFICARE L’OUTSOURCING
19/06/2010
UNI 11336:2010, PIANIFICARE L’OUTSOURCING
L’UNI ha sviluppato una nuova norma nazionale a sostegno della crescente necessità avvertita da molte imprese di affidare in outsourcing alcune attività aziendali spesso d’importanza strategica. D’altro canto, la rilevanza di tale contributo normativo è stata riconosciuta anche da numerose imprese industriali e commerciali che hanno riconosciuto in tale norma un’ulteriore opportunità per acquisire la gestione e il controllo di servizi conferiti a terzi.
ONU E ISO, INSIEME PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA
14/06/2010
ONU E ISO, INSIEME PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA
Lo scorso mese di marzo ha avuto luogo la giornata mondiale dell’acqua. L’evento, organizzato annualmente dall’ONU, ha avuto lo scopo di sensibilizzare ogni cittadino del pianeta alla necessità di un uso coscienzioso e sostenibile dell’acqua, volto al rispetto di questo elemento, tanto prezioso quanto vitale.
DA OGGI OGNI IMPRESA E' A PORTATA DI MOUSE
08/06/2010
DA OGGI OGNI IMPRESA E' A PORTATA DI MOUSE
Il 31 marzo scorso si è conclusa la fase di sperimentazione semestrale della Comunicazione Unica per l’avvio dell’attività d’impresa. Il buon esito di questo progetto ha consentito finalmente  l’avvio della registrazione semplificata delle imprese. La Comunicazione Unica, meglio conosciuta con il nome di “ComUnica”, interessa oggi, oltre ai sei milioni di imprese attive in Italia, anche quelle che lo saranno a partire dal 1 aprile 2010.
UNI EN 13061:2009 PER SOPPORTARE I COLPI PIÙ DURI
06/06/2010
UNI EN 13061:2009 PER SOPPORTARE I COLPI PIÙ DURI
Il gioco del calcio occupa un interesse marginale nella mia vita suscitando una certa attenzione ed interesse esclusivamente in occasione dei mondiali di calcio. Ogni quattro anni mi appresto così a seguire con discreta passione e attenzione numerosi incontri, in particolare quelli in cui gareggia L’Italia. Tuttavia i normali avvicendamenti legati alla formazione della nostra nazionale di calcio richiedono, per chi come me non segue il campionato, una straordinaria attenzione verso volti e nomi sconosciuti in quanto assenti nel mondiale precedente. Ciò nonostante, il Mondiale rappresenta anche per me un’occasione imperdibile, nella quale, a mio avviso, il valore atletico degli sportivi si esalta proprio per il fatto di gareggiare legati dalla stessa bandiera.