06.88644843   : 06.8860495  
home /

News

ISO:TS 22239 SICUREZZA DEI BAMBINI A BORDO
25/07/2010
ISO:TS 22239 SICUREZZA DEI BAMBINI A BORDO
Esiste almeno un’ottima ragione per non posizionare un seggiolino per neonati sul sedile anteriore di un’auto. Tuttavia, nella vita di tutti i giorni possono verificarsi necessità che richiedano di trasgredire questa regola. Tali necessità possono trovare risposta eventualmente nell’assenza di sedili posteriori, oppure nella presenza in auto di più bambini già assicurati sui sedili posteriori o ancora nella presenza di merci, valige o altri ingombri collocati nei sedili posteriori o infine in ragione di un cattivo stato di salute del bambino che ci imponga di tenerlo sotto controllo durante il viaggio.
STRESS LAVORO CORRELATO: OBBLIGATORIETÀ DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI
18/07/2010
STRESS LAVORO CORRELATO: OBBLIGATORIETÀ DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI
Con l’approvazione del Testo Unico n. 81 del 2008 e il D.lgs 106 del 2009, il Legislatore ha preso in considerazione lo "stress lavoro correlato" tra i rischi da valutare e prevenire in azienda. L’incidenza dello stress, correlata con i ritmi frenetici dell’economia moderna è stato infatti riconosciuto come un problema ampiamente diffuso, tanto da costituire il 60% delle principali cause di malessere negli ambienti di lavoro, con conseguenze dirette sulla salute.
UNI EN ISO 3382-1:2009 TEMPI DI RIVERBERAZIONE E ACUSTICA DELLE SALE DA CONCERTO
11/07/2010
UNI EN ISO 3382-1:2009 TEMPI DI RIVERBERAZIONE E ACUSTICA DELLE SALE DA CONCERTO
L’UNI ci fornisce un prezioso contributo volto ad una migliore determinazione delle caratteristiche acustiche degli ambienti. Grazie alla recente pubblicazione della versione italiana e inglese della norma UNI EN ISO 3382-1:2009, apprendiamo finalmente quali siano i parametri acustici da considerare ai fini di una corretta valutazione delle sale da concerto. Tale norma è successiva alla UNI EN ISO 3382-2:2008,  nella quale venivano indicati i parametri per l’individuazione dei tempi di riverberazione negli ambienti ordinari, quali abitazioni domestiche, uffici, ristoranti, centri espositivi, impianti industriali, istituti sportivi e scolastici.
UNI EN 14682:2008, UNI EN 14878:2008, UNI EN 1103:2007  INDUMENTI SICURI PER L’INFANZIA
03/07/2010
UNI EN 14682:2008, UNI EN 14878:2008, UNI EN 1103:2007 INDUMENTI SICURI PER L’INFANZIA
Molto spesso i pericoli più imprevedibili si celano dietro tanti piccoli gesti e abitudini che quotidianamente eseguiamo con eccessiva sicurezza. Le mura domestiche dovrebbero essere un luogo sicuro e protetto, ma talvolta è proprio in casa che accadono gli incidenti più traumatici, a volte anche mortali. Ne sono vittime spesso i bambini che, presi dal gioco, non si rendono conto dei pericoli in agguato, rappresentati per esempio dalle prese per la corrente, da sempre predilette dai più piccini, o da solventi e medicinali lasciati incustoditi o in posti per loro accessibili. Ma non finisce qui. Esistono rischi altrettanto minacciosi e imprevedibili per i bambini come quelli cagionati da un abbigliamento non conforme alle disposizioni di sicurezza previste dalle norme UNI EN 14682:2008 e UNI EN 14878:2008.
UNI EN 1501:2010. I REQUISITI DI SICUREZZA PER I VEICOLI ADIBITI ALLA RACCOLTA DEI RIFIUTI.
26/06/2010
UNI EN 1501:2010. I REQUISITI DI SICUREZZA PER I VEICOLI ADIBITI ALLA RACCOLTA DEI RIFIUTI.
La gestione armonizzata della raccolta e del trattamento dei rifiuti è un argomento di primaria rilevanza per noi di Quality Italia. Non è certo la prima volta che nel corso delle nostre news ci interessiamo alle norme tecniche pubblicate dall’UNI in tale ambito. Abbiamo infatti già affrontato il tema dei rischi generati per il nostro ambiente da una cattiva gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti e abbiamo infine evidenziato alcuni dei pericoli derivanti dall’inquinamento delle acque, rimarcando quanto sia urgente una maggiore sensibilizzazione della collettività alle politiche della raccolta differenziata e della tutela dell’ambiente.
UNI 11336:2010, PIANIFICARE L’OUTSOURCING
19/06/2010
UNI 11336:2010, PIANIFICARE L’OUTSOURCING
L’UNI ha sviluppato una nuova norma nazionale a sostegno della crescente necessità avvertita da molte imprese di affidare in outsourcing alcune attività aziendali spesso d’importanza strategica. D’altro canto, la rilevanza di tale contributo normativo è stata riconosciuta anche da numerose imprese industriali e commerciali che hanno riconosciuto in tale norma un’ulteriore opportunità per acquisire la gestione e il controllo di servizi conferiti a terzi.
ONU E ISO, INSIEME PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA
14/06/2010
ONU E ISO, INSIEME PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA
Lo scorso mese di marzo ha avuto luogo la giornata mondiale dell’acqua. L’evento, organizzato annualmente dall’ONU, ha avuto lo scopo di sensibilizzare ogni cittadino del pianeta alla necessità di un uso coscienzioso e sostenibile dell’acqua, volto al rispetto di questo elemento, tanto prezioso quanto vitale.
DA OGGI OGNI IMPRESA E' A PORTATA DI MOUSE
08/06/2010
DA OGGI OGNI IMPRESA E' A PORTATA DI MOUSE
Il 31 marzo scorso si è conclusa la fase di sperimentazione semestrale della Comunicazione Unica per l’avvio dell’attività d’impresa. Il buon esito di questo progetto ha consentito finalmente  l’avvio della registrazione semplificata delle imprese. La Comunicazione Unica, meglio conosciuta con il nome di “ComUnica”, interessa oggi, oltre ai sei milioni di imprese attive in Italia, anche quelle che lo saranno a partire dal 1 aprile 2010.
UNI EN 13061:2009 PER SOPPORTARE I COLPI PIÙ DURI
06/06/2010
UNI EN 13061:2009 PER SOPPORTARE I COLPI PIÙ DURI
Il gioco del calcio occupa un interesse marginale nella mia vita suscitando una certa attenzione ed interesse esclusivamente in occasione dei mondiali di calcio. Ogni quattro anni mi appresto così a seguire con discreta passione e attenzione numerosi incontri, in particolare quelli in cui gareggia L’Italia. Tuttavia i normali avvicendamenti legati alla formazione della nostra nazionale di calcio richiedono, per chi come me non segue il campionato, una straordinaria attenzione verso volti e nomi sconosciuti in quanto assenti nel mondiale precedente. Ciò nonostante, il Mondiale rappresenta anche per me un’occasione imperdibile, nella quale, a mio avviso, il valore atletico degli sportivi si esalta proprio per il fatto di gareggiare legati dalla stessa bandiera.
GESTIONE RESPONSABILE DEI RIFIUTI
29/05/2010
GESTIONE RESPONSABILE DEI RIFIUTI
La gestione e lo smaltimento dei rifiuti rappresentano questioni di attualità in merito alle quali, negli ultimi anni, una sensibilità crescente sta catalizzando l’opinione generale sulla necessità di intervenire per ridurne gli effetti sia sulla natura che sull'ambiente. Infatti, grazie ad un protocollo di gestione e smaltimento coordinato e responsabile, ed ad una crescente e più diffusa sensibilità al problema, si  stanno delineando delle possibili soluzioni che puntano, da un lato, a ridurne considerevolmente la produzione e, dall’altro, a utilizzare i rifiuti stessi per ricavarne addirittura delle risorse.
ARMONIZZAZIONE DELLE RISORSE PER LA CRESCITA VIRTUOSA DELL’IMPRESA
22/05/2010
ARMONIZZAZIONE DELLE RISORSE PER LA CRESCITA VIRTUOSA DELL’IMPRESA
Proviamo, per una volta, a traslare l’assioma della crescita virtuosa proposta nei sistemi di gestione qualità anziché esclusivamente sulla scelta dei criteri da applicare per soddisfare le attese del cliente, sul coinvolgimento delle risorse umane operative all’interno dell’impresa. Il traguardo comune da perseguire è il benessere dell’impresa ma spesso non si tiene nella dovuta considerazione quanto la cooperazione e l’armonizzazione delle risorse coinvolte nei processi siano esse stesse requisiti essenziali, perni preminenti per il raggiungimento degli obiettivi.
CORSO OHSAS 18001:2007
17/05/2010
CORSO OHSAS 18001:2007
Il Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro (SGSL) è un fondamentale strumento di gestione operativa e finanziaria che incide sia sui processi che sulle risorse umane delle Organizzazioni. Pertanto,  mai come oggi, è importante essere aggiornati e capaci di gestire il SGSL in modo efficace ed efficiente.
UNI EN 14388:2009: OBBLIGATORIETÀ DELLA MARCATURA CE PER LE BARRIERE ANTIRUMORE.
15/05/2010
UNI EN 14388:2009: OBBLIGATORIETÀ DELLA MARCATURA CE PER LE BARRIERE ANTIRUMORE.
La norma UNI EN 14388:2009 rientra in un ventaglio di norme europee sui metodi di prova relativi alle disposizioni comprese nell’ambito della Direttiva Europea sui prodotti da costruzioni (CPD) 89/106/CEE. La pubblicazione di tale norma ha stabilito l’obbligatorietà della marcatura CE per i sistemi fonoassorbenti applicati su strada ma non ancora su quelli utilizzati sulle reti ferroviarie. Tale norma descrive i requisiti prestazionali ed i metodi di valutazione dei dispositivi per la riduzione del rumore da traffico stradale, considerando sia le prestazioni acustiche sia quelle non acustiche.
UNI EN ISO 3834:2006: LA CONFORMITA’ PRODUTTIVA D’IMPRESA ALLE NUOVE TECNICHE PER LE COSTRUZIONI.
09/05/2010
UNI EN ISO 3834:2006: LA CONFORMITA’ PRODUTTIVA D’IMPRESA ALLE NUOVE TECNICHE PER LE COSTRUZIONI.
Le norme esposte nella serie UNI EN ISO 3834:2006 esprimono uno strumento efficace per la realizzazione di numerosi manufatti industriali prodotti con il processo di saldatura per fusione. Infatti, dal momento che la qualità della saldatura garantisce la durata e la conformità del bene prodotto, si è reso opportuno fornire al fabbricante uno strumento normativo atto a tenere sotto controllo le condizioni che influenzano la qualità della saldatura consentendo in tal modo di poter  successivamente apporre al bene prodotto una adeguata certificazione che ne definisca i principi di fabbricazione.
LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006-42 CE
03/05/2010
LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006-42 CE
La nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE, entrata in vigore il 6 marzo 2010, approvata dal Consiglio dei Ministri il 22 gennaio 2010 e pubblicata sul supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19 febbraio 2010, viene recepita e arricchita da numerosi aspetti innovativi e significativi rispetto alla ormai abrogata Direttiva 98/37/CE che, a sua volta, recepiva il DPR n. 459 del 1996.
UNI 10891:2000, LA DISCIPLINA DEGLI ISTITUITI DI VIGILANZA PRIVATA
26/04/2010
UNI 10891:2000, LA DISCIPLINA DEGLI ISTITUITI DI VIGILANZA PRIVATA
Sebbene la norma UNI 10891, integralmente dedicata alla disciplina degli istituti di vigilanza, abbia a marzo compiuto dieci anni dalla pubblicazione, il persistere di episodi di criminalità rende sempre più tristemente d’attualità l’adozione di sistemi di sicurezza e di vigilanza che possano garantire la protezione dei beni e la sicurezza delle persone. Il campo di applicazione della UNI 10891:2000 propone infatti requisiti specifici sui diversi servizi erogati dagli istituti di sorveglianza, di qualsiasi natura giuridica, mirati alla vigilanza ispettiva, fissa, di custodia, trasporto e scorta dei valori, vigilanza antirapina, video sorveglianza, vigilanza antitaccheggio.
UNI 11329:2009, NEL TAPPO LE GARANZIE AGROALIMENTARI
18/04/2010
UNI 11329:2009, NEL TAPPO LE GARANZIE AGROALIMENTARI
Il PET polietilentereftalato è la materia plastica con cui si realizzano i tappi che spesso fungono anche da sistemi di chiusura di contenitori, generalmente bevande, in plastica. Tali dispositivi devono garantire requisiti di conservazione e trasporto del prodotto alimentare durante tutto l’arco della sua vita commerciale e devono inoltre assicurare la resistenza meccanica durante il confezionamento.
SGRAVI FISCALI PREVISTI PER IL CONSEGUIMENTO E IL MANTENIMENTO DELLA NORMA OHSAS 18001:2007.
11/04/2010
SGRAVI FISCALI PREVISTI PER IL CONSEGUIMENTO E IL MANTENIMENTO DELLA NORMA OHSAS 18001:2007.
Tra i cinque punti descritti nella sezione A del modello OT24, l’INAIL individua nel conseguimento e nel mantenimento della certificazione OHSAS 18001:2007 uno tra i requisiti per accedere ad importanti agevolazioni fiscali per le imprese, ragione per cui, intraprendere e mantenere attiva una certificazione OHSAS 18001:2007, già motivo di vanto e prestigio nella certificazione dell’impresa, è oggi ancora più importante.
UNI EN 15696:2009 LA QUALITA’ NEL SELF STORAGE
06/04/2010
UNI EN 15696:2009 LA QUALITA’ NEL SELF STORAGE
Capillarmente diffuso ormai da anni, il self storage è un servizio oramai consolidato, nato nel nord Europa e in America, che consente a chiunque ne abbia la necessità di poter noleggiare a tempo determinato uno spazio per la custodia dei propri beni come ad esempio in occasione di una ristrutturazione domestica o a seguito di un trasloco.
OTTICA OFTALMICA: UN OCCHIO DI RIGUARDO CON LA UNI EN ISO 14534:2009.
27/03/2010
OTTICA OFTALMICA: UN OCCHIO DI RIGUARDO CON LA UNI EN ISO 14534:2009.
Il campo d’applicazione della norma internazionale UNI EN ISO 14534:2009  interessa l’ottica oftalmica e nello specifico la produzione di lenti a contatto e la fabbricazione di prodotti per la cura delle lenti sia per uso estetico che correttivo delle vista. Con tale norma si disciplinano i requisiti fondamentali di sicurezza obbligatori, così come previsti dalla direttiva 93/42/CEE nella quale sono riportate una serie di attinenze a norme tecniche sui precipui requisiti di salute che le lenti a contatto dovranno avere per la loro conservazione.