06.88644843   : 06.8860495  
home / news /

ISO 13009 - LA BUONA NORMA DEGLI STABILIMENTI BALNEARI

ISO 13009  - LA BUONA NORMA DEGLI STABILIMENTI BALNEARI

Notizia pubblicata in data 03-06-2018

Negli ultimi anni, la normazione tecnica volontaria ha avviato dei tavoli tecnici per la realizzazione di una prassi destinata a valorizzare la qualità dei servizi offerti presso gli stabilimenti balneari.

Tale orientamento risponde ad un’effettiva crescita del settore nel nostro Paese, dal momento che dal Registro delle Imprese risultano oltre 7.600 stabilimenti attivi e che solo Rimini vanta il 5,7% delle imprese balneari (441 attività), seguita da Napoli e Savona.

Sulla base di queste premesse si comprende quanto positivo sia stato il riscontro della norma ISO 13009 dal titolo “Tourism and related services – Requirements and recommendations for beach operation”, documento che si pone come principale riferimento per gli operatori del settore balneare, non solo in Italia ma anche all’estero, sia a beneficio dei turisti che dei gestori.

Il testo ha come presupposto una spiccata attenzione alla sostenibilità, principio a partire dal quale ogni Paese applica alla norma alcuni specifici requisiti del proprio territorio.

In Italia, ad esempio, gli stabilimenti balneari sono sotto concessione del Demanio pubblico. In prospettiva si potrebbe immaginare di valutare tra requisiti premianti  per il rilascio delle concessioni l’adozione da parte degli stabilimenti della norma ISO 13009.

Il nostro Organismo di Certificazione effettua servizi di audit finalizzati alla certificazione secondo la norma ISO 13009.

Quality Italia Srl vanta un team di professionisti altamente specializzati e garantisce alle aziende clienti un confronto periodico con esperti esterni alle attività dell’Organizzazione sottoposta ad audit; proprio per questo è sempre in grado di individuare i punti di forza e di debolezza delle aziende con un approccio obiettivo e, soprattutto, sempre costruttivo.

 

Francesco Bennardis

Quality Italia Srl

 

Immagine in apertura tratta dal web.

 

Notizia pubblicata in data 03-06-2018