06.88644843   : 06.8860495  
home / news /

L’IMPORTANZA DEL RAPPORTO DI AUDIT NELLA CERTIFICAZIONE DI TERZA PARTE

Notizia pubblicata in data 27-10-2013

Tra i numerosi fattori che definiscono l’attendibilità della certificazione, un ruolo imprescindibile è rivestito dal rapporto di audit. L’assenza di adeguate informazioni contenute nel fascicolo di verifica ispettiva potrebbe infatti comportare una perdita di credibilità del lavoro svolto dal gruppo di audit e, più in generale,  del processo stesso di certificazione.

Preziose indicazioni riportate in questo rapporto, quali ad esempio l’identificazione dei punti di forza o di debolezza dell’organizzazione sottoposta ad audit, così come le criticità e le opportunità di miglioramento, costituiscono infatti per le aziende clienti una importante occasione per misurare la propria efficienza e accrescere l’efficacia del proprio Managment System (MS)

Con tali premesse, al fine di consolidare la certificazione di terza parte attraverso l’elaborazione di nuovi strumenti, in aggiunta a quelli già esistenti in ambito ISO, si è trovato il consenso per portare a compimento una specifica norma tecnica sviluppata nell’ambito normativo della serie EN ISO/IEC 17000. Si tratta della UNI CEI ISO/IEC TS 17022, che rimanda a contenuti della 17021(norma che definisce i requisiti degli Organismi di Certificazione e sostituisce la UNI CEI EN 45012 e la ISO/IEC guide 66) e indica le raccomandazioni e i requisiti necessari a redigere un rapporto di audit di terza parte che soddisfi le aspettative e le richieste delle parti coinvolte (aziende clienti, Organismo di Certificazione, altri fruitori)

La 17022 è articolata in requisiti di base, che rimandano a quelli contenuti nella 17021, e in requisiti supplementari e raccomandazioni, che precisano e dettagliano i requisiti di base.

Al riguardo, ricordiamo a tutti i nostri clienti che l’Organismo di Certificazione Quality Italia vanta un team di professionisti altamente specializzati e garantisce alle aziende clienti un confronto periodico con esperti esterni alle attività dell’Organizzazione sottoposta ad audit; proprio per questo è sempre in grado di individuare i punti di forza e di debolezza delle aziende con un approccio obiettivo e, soprattutto, sempre costruttivo.

Francesco Bennardis

Qaulity Italia S.r.l.

 

Immagine in apertura tratta dal web.

Notizia pubblicata in data 27-10-2013